OrvietoToday

Ladri in fuga, inseguiti e intercettati: i carabinieri recuperano una cassaforte piena di armi

Il blitz dopo la segnalazione di un’auto sospetta, i banditi sono riusciti a scappare a piedi. Controlli lungo le strade: tanti gli automobilisti al volante ubriachi

L’allerta è scattata dopo che alla centrale operativa era giunta una telefonata che segnalava la presenza di un’auto sospetta. I carabinieri di Porano si sono messi al lavoro e hanno così potuto intercettare la vettura. Ne è nato un inseguimento con i carabinieri che, alle calcagna dei banditi, sono riusciti a fermare l’auto. I banditi sono fuggiti a piedi, ma i militari hanno sequestrato l’auto e recuperato il bottino, frutto di un furto consumato pochi minuti in una abitazione di Castel Giorgio. Si tratta di una cassaforte piena di armi, poi riconsegnate al legittimo proprietario, che in mani diverse sarebbero state molto pericolose.

È soltanto uno dei risultati ottenuti dai carabinieri di Orvieto che hanno attivato assidui e costanti controlli, non solo nella città della rupe ma su tutto il territorio del comprensorio orvietano.

Le pattuglie dell’Arma, che sia in divisa che in borghese, hanno battuto nel corso della settimana il territorio, e controllato numerosi veicoli e persone in transito per intercettare e bloccare le eventuali azioni criminali di natura predatoria da parte di soggetti locali e non. Numerosi i conducenti sorpresi in stato di ebbrezza alcoolica che sono stati denunciati. Ritirata una patente di guida, due carte di circolazione, oltre al sequestro di un veicolo e alla contestazione di svariate contravvenzioni al codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fine di un'era, chiude storico locale del centro di Terni: "Costi elevati e nessun incentivo"

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Morgan rifiuta la proposta di Terni città futura: “Mi permetto di sconsigliarvi il duplice invito”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

Torna su
TerniToday è in caricamento